Le migliori destinazioni di viaggio per gli amanti del cibo

I peccati di gola della vostra prossima vacanza

Con le loro specialità gastronomiche conosciute nel mondo e sapori in grado di conquistare ogni palato, queste città dal carattere e gusto deciso sanno regalare indimenticabili emozioni di viaggio durante una vacanza sempre a stomaco pieno. Destinazioni esotiche o dal fascino europeo, metropoli o località sul mare...ce n'è per tutti i gusti!

"Vedi Napoli (mangia la vera pizza) e poi muori". Scoprite il Castel dell'Ovo e la sua leggenda, la Cappella di San Severo e la Napoli Sotterranea. Con la sua stravaganza, unica bellezza e ottima cucina questa città conquista stomaci e cuori.

  • Per una vista mozzafiato sul Golfo di Napoli, prendete la funicolare, tra le più lunghe al mondo, vi porterà ai quartieri alti della città, tra cui il Vomero.
  • A Napoli come a Broadway: fiumi di gente in Via Toledo, nei Quartieri Spagnoli. Qui troverete i migliori dolci napoletani, sfogliatelle, babà, graffe fritte...
  • Immersi nell'autentica e caotica essenza napoletana, tante sono le armi con cui Spaccanapoli vi conquisterà, una tra tutte l'imperdibile "cuoppo" fritto!

Da scoprire in bici o in battello, Copenaghen regala scorci da cartolina. La famosa Sirenetta, i Giardini di Tivoli, per grandi e piccini, tante aree verdi e un'atmosfera gay-friendly... lasciatevi stupire da una città dal fascino inaspettato.

  • Gustate un paio di Smørrebrød, ricche tartine, e visitate il castello di Kronborg, reso noto dall'Amleto di Shakespeare, oggi patrimonio mondiale dell'UNESCO.
  • Nel mercato coperto di Papirøen, anche detto The Paper Island, troverete tantissimi stand e food truck con le più diverse ed internazionali specialità culinarie.
  • Realtà agli antipodi: visitate l'Amalienborg, residenza reale e l'eccentrico quartiere di Christiania, comunità anarchica indipendente. Oops, niente foto qui.

La dinamicità frenetica della grande metropoli e il fascino esotico delle mete lontane si fondono qui ad altissime temperature. Carattere deciso e forte spiritualità, perdetevi tra le strade di Bangkok, i suoi sapori e atmosfere vi coinvolgeranno.

  • Visitate, a piedi nudi, la Wat Phra Kaew, cappella del Palazzo Reale in cui è custodito il famoso Buddha di Smeraldo, il più venerato in tutta la Tailandia.
  • Voglia di food tour? Consigliati Yaowarat Road, nel quartiere di China Town, e Nakhorn Sawan Road per dell'ottimo Pad Thai o magari degli insetti croccanti...
  • A Samut Songkhram, a circa 80 km da Bangkok, immergetevi nella realtà locale visitando il famoso mercato galleggiante di Damnoen Saduak e il Railway Market.

La quotidianità ancora sorprende, semplici gesti sulle malinconiche note del Fado. Squattrinati e famiglie aristocratiche, scoprite la doppia identità del Bairro Alto, la vivacità travolgente di Amalfa e il panorama dal Miradouro de Santa Luzia.

  • Il Mercado da Ribeira, dalla particolare struttura in vetro e ghisa, è uno scrigno di meraviglie gastronomiche. Visitate Belém per degli ottimi pastel de nata!
  • Tram, funicolari e ascensori sono leggenda a Lisbona. L'Elevador de Santa Justa vi porterà dritti al Chiado, quartiere ricco di boutique e teatri. Da vedere.
  • Dopo una cena a base di bacalhau, recatevi a Ginjinha per gustare l’omonimo liquore a base di amarene, da bersi rigorosamente nella vicina piazzetta Praça Dom Pedro IV.

Perdetevi tra le viuzze della Città Vecchia, il lungomare e Piazza Ferrarese, luogo di ritrovo cittadino. Grandi boulevard, una vivace vita notturna e l'ottima cucina barese vi aspettano in quest'angolo di Puglia dallo spirito giovane e moderno.

  • Barivecchia custodisce essenza e memorie della città ma soprattutto le leggendarie scagliozze, polenta fritta servita in coni di carta. Una meraviglia culinaria.
  • Difronte all'ingresso del Castello Normanno-Svevo, imboccate la "strada delle orecchiette" per vedere realizzate sotto i vostri occhi la tipica pasta locale.
  • Shopping e aperitivo? Il quartiere Murat è giovane e vibrante. Alla fine di Corso Cavour non perdetevi il Teatro Petruzzelli, il quarto più grande in Italia.

Chic francese, altissime dune e tanto buon vino sono gli ingredienti di un soggiorno a Bordeaux. Da non perdere: Place de la Bourse e quella des Quinconces, Rue Sainte Catherine e Saint Pierre. Fois grais e Merlot sono anch'essi nella lista.

  • Come bardolesi, percorrete la "rive droit”, dal ponte Chaban-Delmas al Pont de Pierre. Attraversate quest'ultimo di notte, ha fascino speciale dopo il tramonto.
  • Di sabato il Marché des Capucins, di domenica il Marché des Quais. Assicuratevi uno spuntino a base di ostriche e i Canelés, dolci al rum al profumo di vaniglia.
  • Gita fuori porta? Un percorso enogastronomico tra i vigneti e borghi vicini e un pomeriggio alla Dune du Pilat, la più alta in Europa. La vista è imperdibile!

Humor e infinita cordialità, giardini da tè, hammam e 8500 anni di storia rendono Istanbul una delle mete di viaggio più amate di sempre. Non perdetevi la Moschea Blu, la Cisterna Basilica, lokum, baklava e un kebap in un chiosco di Beşiktaş.

  • Usciti dalla Nuova Moschea, concedetevi un tramonto su due continenti sul Ponte di Galata. Sentirete lo stridìo dei gabbiani e l'aroma di tabacco alla mela dei narghilè.
  • Gemme, creazioni in oro e argento, ceramiche, spezie, oli, tè e nocciole. Circondatevi di grandi occhi scuri e un caldo vociare al Gran Bazar e al Misir Carsisi.
  • Cambio di prospettiva? Una crociera sul Bosforo, da Eminönü fino ad Anadolu Kavağı, all’imbocco del mar Nero. Da un lato l’Europa, dall’altro l’Asia.

Un look medievale, un'attitudine contemporanea e gusti decisi nella valle del Po'. Leggende, sottopassaggi e canali nascosti, Bologna è una città da assaporare, così come la sua tradizione gastronomica: mortadella, tortellini, tagliatelle...

  • Non perdetevi Piazza Maggiore. Avviso agli studenti: se tenete alla vostra carriera universitaria non attraversatela mai passando per il centro, porta sfortuna!
  • Le Torri di Bologna sono un tratto distintivo tanto quanto il suo ragù. Percorrete i 498 gradini della Torre degli Asinelli e avrete la città ai vostri piedi.
  • Acquisti enogastronomici? Recatevi al Mercato del Quadrilatero, tra Via Pescherie e Via Drapperie è racchiusa l'identità artigianale e commerciale di Bologna.

La città di writers e foodies, ecclettismo e inibizioni. Salite sui cable cars su e giù per le sue colline, fate cene romantiche a Nob Hill o un bruch a Union Square, avvistate le balene e visitate Alcatraz. San Francisco è in continuo movimento.

  • Al rientro dalla pedalata sul Goldon Gate fino a Sausalito, gustate il clam chowder, zuppa di pesce servita in un panino scavato, al Ferry Building MarketPlace.
  • Mission, un tempo il quartiere latino e militante, con i suoi murales e ottimi burritos, e Castro, simbolo di trasgressione e orgoglio gay, sono da non perdere.
  • Gratis: chicche di street art tra le traverse di Valencia Street e la colonia di leoni marini al Pier 39 lungo il Fisherman’s Wharf, passando per North Beach.

Londra è piena di vita. Passeggiate per Camden Town, sedetevi sul secondo piano di un bus, rilassatevi al St. James Park, fate una crociera sul Tamigi e godetevi la vista dal London Eye. Si sarà fatta sera, provate uno dei vecchi pub per un buon gin e dell'autentica cucina british.

  • Tre cose a budget 0: curiosare tra le bancarelle di Portobello, fare una foto sulle strisce pedonali di Abbey Road e assistere al cambio della guardia a Buckingham Palace.
  • A pochi passi dal London Bridge, il Borough Market offre specialità culinarie internazionali. Sulla Borough High Street, invece, le imperdibili jacket potatoes.
  • L'Hyde Park è perfetto per una passeggiata e un picnic (non scordate le scotch egg). Qui potreste anche noleggiare un pedalò e navigare sullo Serpentine.

Eccentrica, un mix di esperienze e aspettative. La capitale del muro, degli Spätis, negozietti aperti tutta la notte, degli artisti di strada, dei giovani, dei club e dei mercati Street Food, dall'asiatico Thai Park, a quello del pesce, dal Bite Club al Markthalle Neun.

  • Dopo aver attraversato la Porta di Brandeburgo, ad appena un 1 km, non perdetevi i 2711 blocchi di cemento del labirintico e toccante Memoriale dell'Olocausto.
  • Qui ha avuto inizio la Repubblica Tedesca. Visitate il Reichstag, dell'architetto inglese Norman Foster. Dalla sua cupola in vetro e acciaio si vede tutta Berlino.
  • Un currywurst diventato leggenda: Schönhauser Allee, 44B. Proseguite poi per Mauer Park, ogni fine settimana, famiglie e amici si incontrano qui per un giro tra le sue bancarelle.

Sentita ospitalità, tanta paella (l'originale), la famosa festa de Las Fallas e la Città delle Arti e delle Scienze sintetizzano l'unicità di Valencia. Passeggiate per Barrio del Carmen e i Giardini del Turia sorseggiando dell'ottima horchata.

  • Difronte a La Lonja de la Seda, visitate il Mercado Central, il più grande di Spagna. 8100 metri quadrati con vetrate colorate, ceramiche e piastrelle smaltate.
  • 11 km a sud di Valencia, il Parco Naturale de La Albufera merita davvero. Sulla laguna campi di riso, villaggi di pescatori e la più originale paella che possiate mai gustare.
  • Una serata 'de copas'? Esplorate le viuzze intorno all'antico monastero carmelitano nel Barrio del Carmen per qualche drink tra baretti e locali coi valenziani.