Investire in Italia?

Le città italiane in cui un investimento immobiliare conviene

L’acquisto di un immobile è visto come un solido investimento a lungo termine, il chè è specialmente vero se si sceglie il posto giusto in cui investire il proprio capitale.
Da nord a sud, grandi città, città nell’entroterra e città sulla costa, ecco le città italiane con il maggiore e minore ritorno sul capitale investito.
HomeToGo, il più grande meta-motore di ricerca per case e appartamenti vacanza, offre il rapporto tra il prezzo medio di acquisto di un immobile e quello di affitto nella stessa località, suggerendo in quali città è più conveniente investire il proprio capitale. Infine un’analisi della stagionalità delle località turistiche italiane completa il quadro informativo con un tassello aggiuntivo ma importante. Anche la popolarità delle diverse località e il suo variare durante il corso dell’anno, quindi il tipo di turismo che le caratterizza, infatti è da considerarsi se si desidera acquistare un immobile ai fini di investimento.


Le 15 città italiane con il maggiore ritorno sul capitale

Tra le Top 15 città italiane con il maggiore ritorno sull’investimento vi è un interessante mix di località nell’entroterra e località sulla costa. Il prezzo medio al metro quadro per chi acquista è compreso tra i 1.009 euro di Trapani, la numero uno in classifica, e i 3.010 di Venezia, alla undicesima posizione, la più costosa anche in termini di prezzi medi di affitto di un alloggio vacanze.

Oltre un terzo delle città italiane con il maggiore ritorno sul capitale investito sono località sulla costa, a nord come a sud. Trapani in Sicilia e Trieste in Friuli-Venezia Giulia sono rispettivamente la prima e la quinta 5 città italiana con il miglior rapporto tra prezzo d’acquisto e prezzo di affitto di un immobile da acquistarsi a fini di investimento. Rimini, nota località estiva sulla costa adriatica, dati i prezzi di acquisto al metro quadro decisamente più elevati, occupa la quindicesima posizione.

Tante poi le città nell’entroterra che rivelano essere promettenti per chi desidera investire in Italia. Lecce, in seconda posizione, seguita da Perugia e Urbino, Asti, al settimo posto, e ancora Como al nono, Termoli e Bergamo, penultima tra le Top 15.

Le 10 città italiane con il minore ritorno sul capitale

Tra le Top 10 città italiane con il minore ritorno sull’investimento vi sono perlopiù località nell’entroterra e località sulla costa, una sola la grande città, Cagliari, anch’essa, però, sulla costa. Tra le città nell’entroterra vi sono località particolarmente famose per il turismo invernale come Livigno in Lombardia e Courmayeur in Piemonte, ultima in classifica, e una località sul lago, Riva del Garda.
Le rimanenti sono, come accennato, località sulla costa, alcune delle quali tra le più popolari, e talvolta esclusive, in alta stagione, quali Bibione, Rapallo, Porto Ferraio, Sorrento, San Felice Circeo e Capri.
Ciò che queste località hanno in comune è una forte stagionalità nei mesi estivi, o invernali. Sebbene il prezzo di affitto sia talvolta elevato, non lo è a sufficienza per un ritorno sul capitale investito nell’acquisto di un immobile.

La popolarità delle località italiane

Stagionalità in Italia – Grandi città, città nell’entroterra e sul mare

Valutando il proprio investimento può essere interessante tenere presente anche la popolarità delle diverse località e il suo variare durante il corso dell’anno.
Le destinazioni turistiche italiane sono interessate da una stagionalità particolare che varia a seconda della loro localizzazione sulla penisola e dal tipo di turismo che le interessa. Questo è dovuto anche alla conformazione del territorio e la posizione geografica stessa del Paese. Non tutte le città però sono popolari allo stesso modo e negli stessi periodi.

re_seasonality_it_lps

Le grandi città, come Roma, Milano, Napoli o Firenze, sono mete di viaggio popolari durante gran parte dell’anno e sono caratterizzate da un turismo, quindi, decisamente diverso da quello delle località sulla costa. Mentre nelle prime la stagione turistica è più lunga, estendendosi dalla fine di marzo, o i primi di aprile, fino a fine ottobre, le località sulla costa, come Capri, Rapallo, Bibione o Porto Ferraio, si distinguono per una stagionalità decisamente più breve, ma molto alta, che corrisponde ai mesi estivi di giugno, luglio e agosto.
Le località nell’entroterra, come Como, Rovereto o Matera, hanno una popolarità simile a quella delle località sulla costa, con un picco estivo, ma una stagione turistica più lunga, simile a quella delle grandi città. In comune con queste ultime, le città nell’entroterra hanno anche un’improvvisa e momentanea crescente popolarità in occasione di Capodanno. A Pasqua, invece, sono le grandi città le destinazioni di viaggio dall’indiscussa popolarità.


Metodologia

I dati relativi al ritorno sul capitale indicano il rapporto tra il prezzo di acquisto al metro quadro di una proprietà in ciascuna destinazione ed il prezzo di affitto al metro quadro per notte di un alloggio vacanze nella stessa destinazione. I dati relativi al prezzo di acquisto sono presi da Immobiliare.it mentre quelli di affitto si basano sugli alloggi vacanza disponibili su HomeToGo.


Su di noi

HomeToGo (www.hometogo.it) è il più grande meta-motore di ricerca per le case e appartamenti vacanza che permette di cercare e confrontare in modo facile e veloce le oltre 7 milioni di offerte disponibili in oltre 200 Paesi e da più di 250 siti diversi. Con i vari filtri a disposizione l’utente può trovare la sistemazione più adatta alle proprie esigenze ordinando le proprietà secondo destinazione, data di arrivo e partenza, prezzo e servizi richiesti. Il quartier generale è a Berlino. Fondata da Patrick Andrä, Wolfgang Heigl e Nils Regge, ad oggi l’azienda conta più di 70 dipendenti ed è attiva in 12 nazioni europee, in Russia e negli Stati Uniti.

Torna al menù